facebook

Superbonus 110, quali obblighi assicurativi per i professionisti? Chiarimenti e soluzioni

Superbonus, quali obblighi assicurativi per i professionisti? Chiarimenti e soluzioni
Emmanuele Menicucci
Emmanuele Menicucci Pubblicato il 29/09/2020

Il Decreto Rilancio, nell’ambito delle misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all'economia, nonché di politiche sociali connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19, ha incrementato al 110% l'aliquota di detrazione delle spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, a fronte di specifici interventi in ambito di efficienza energetica, di interventi di riduzione del rischio sismico, di installazione di impianti fotovoltaici nonché delle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici (cd. Superbonus).

Le nuove disposizioni, che consentono al contribuente di fruire di una detrazione del 110 per cento delle spese, si aggiungono a quelle già vigenti che disciplinano le detrazioni dal 50 all’85 per cento delle spese spettanti per gli interventi di:

- Recupero del patrimonio edilizio (cd. Sismabonus)
- Riqualificazione energetica degli edifici (cd. Ecobonus)

Trattandosi di una normativa di particolare favore, in aggiunta agli adempimenti ordinariamente previsti per le predette detrazioni, ai fini dell’esercizio dell’opzione, per lo sconto o cessione, il contribuente deve acquisire anche:

- Il Visto di conformità dei dati relativi alla documentazione che attesta la sussistenza dei presupposti che danno diritto alla detrazione d’imposta, rilasciato dagli intermediari abilitati alla trasmissione telematica delle dichiarazioni (dottori commercialisti, ragionieri, periti commerciali e consulenti del lavoro) nonché dai CAF;

- La Asseverazione tecnica relativa agli interventi di efficienza energetica e di riduzione del rischio sismico, – da parte, rispettivamente, dei tecnici abilitati al rilascio delle certificazioni energetiche e dai professionisti incaricati della progettazione strutturale, direzione dei lavori delle strutture e collaudo statico per gli interventi finalizzati alla riduzione del rischio sismico - che certifichi il rispetto dei requisiti tecnici necessari ai fini delle agevolazioni fiscali e la congruità delle spese sostenute in relazione agli interventi agevolati, in accordo ai previsti decreti ministeriali.

L’introduzione del Superbonus al 110% porterà, pertanto, maggiore lavoro per i professionisti abilitati e più lavoro anche per le Compagnie Assicurative, visto e considerato che i tecnici coinvolti nelle asseverazioni dovranno stipulare una Polizza di Assicurazione da minimo 500 mila euro per il risarcimento di eventuali pregiudizi provocati ai propri clienti.

Nello specifico:

- Per quanto riguarda il rilascio del visto di conformitá, le Polizze Assicurative dotate giá di tale copertura non necessiteranno di alcuna specifica. Nel caso ne fossero sprovviste, il professionista dovrá chiedere l’integrazione della consueta garanzia, senza ulteriori specifiche;
- Per i professionisti dell’area tecnica, invece, le Polizze in essere dovranno essere adeguate relativamente al massimale di copertura (minimo richiesto per legge 500 mila euro) e al numero delle asseverazioni rilasciate.

Alcune Compagnie rispondono a quest’ultima esigenza con delle appendici specifiche a pagamento e con il versamento della differenza del massimale, nel caso fosse inferiore a limite minimo.

Soluzione piú agevole viene fornita da Lloyd’s H e CNA/Hardy, dove su Polizze aventi giá massimale conforme, basterá chiedere un’appendice di specifica (le asseverazioni rientrano nella copertura base) mentre, se il massimale dovesse essere aumentato servirá una semplice richiesta di aumento alla soglia necessaria al professionista, fino a limite di massimale assicurabile da tali Compagnie.

La Lloyd’s H propone, inoltre, una possibilitá in aggiuntiva: nel caso il professionista non voglia incrementare il massimale di tutta la Polizza sará possiblie emettere, a pagamento, un’appendice di garanzia per Superbonus con massimale dedicato e indipendente da quello della Polizza generale.

Infine, nell’eventualitá in cui si fosse giá raggiunto il massimale limite della compagnia con cui è assicurato, e fosse necessaria una ulteriore copertura per nuove asseverazioni, sará possibile ottemperare a tale bisogno con il rilascio di Polizze in Eccesso.
Tali Polizze garantiranno la copertura delle attivitá in questione ad erosione del massimale della Polizza in primo rischio.

Come intuibile, l’obiettivo della Polizza è quella di permettere un celere e sostenibile risarcimento dei danni eventualmente provocati dall'attività prestata dal professionista, con la compagnia assicurativa che interverrà attivamente a rimborsare il pregiudizio subito dal cliente del professionista. 
Naturalmente è sempre esclusa la copertura per dichiarazioni infedeli, per le quali è prevista una sanzione amministrativa pecuniaria da 2.000 a 15.000 euro per ciascuna attestazione o asseverazione infedele resa.

Come intuibile, l’obiettivo della Polizza è quella di permettere un celere e sostenibile risarcimento dei danni eventualmente provocati dall'attività prestata dal professionista, con la Compagnia Assicurativa che interverrà attivamente a rimborsare il pregiudizio subito dal cliente del professionista. 
Naturalmente è sempre esclusa la copertura per dichiarazioni infedeli, per le quali è prevista una sanzione amministrativa pecuniaria da 2.000 a 15.000 euro per ciascuna attestazione o asseverazione infedele resa.

Assicurazione Professionale:calcola il Preventivo

Calcola il Preventivo

Valutazione media prodotto 4/5

Cosa ne pensi? Vota

?>