facebook

Calcolo Misto


Torna al glossario

Calcolo Misto: Il Significato

Secondo quanto stabilisce la Legge Italiana, il criterio con cui viene calcolata la pensione di anzianità di un lavoratore varia in base all’anzianità contributiva di quest’ultimo maturata fino al 31 dicembre 1995. 

Questo significa che per colore che non hanno alcuna anzianità contributiva fino al 31 dicembre 1995, la pensione viene calcolata con il sistema di calcolo detto “Contributivo”. 

Per coloro che invece hanno maturato un’anzianità contributiva alla data precedentemente riportata, si applica un doppio sistema di calcolo, ovvero, Misto.


Cos’è il Calcolo Misto?

Il sistema di calcolo misto, conosciuto anche con la definizione “calcolo pro rata”, ovvero, proporzionato in base al tempo,viene applicato ai sistemi pensionistici privi di una qualsiasi copertura patrimoniale.

Questa tipologia di calcolo della Pensione di Anzianità è stata introdotta con la Riforma del Ministro Dini nel 1995.

Questo metodo prevede sostanzialmente il calcolo della pensione applicando più metodologie; in base a quanto stabilito dalla Riforma precedentemente citata, infatti, si stabiliva che tale calcolo potesse essere applicato solo a chi, al 1 gennaio 1996, avesse maturato meno di 18 anni di anzianità contributiva.

In seguito alla Riforma Fornero sulle pensioni del 2012, questa tipologia di calcolo pensionistico è stata estesa anche a chi, in quella data, poteva dimostrare più di 18 anni di anzianità a livello contributivo.

Hai bisogno di una Polizza in particolare?

Confronta Assicurazioni Online

Valutazione media prodotto 5/5

Cosa ne pensi ?

Vota