Nuove regole per droni nel 2023

Con l’arrivo della bella stagione si iniziano a intravedere i primi droni sorvolare sulle nostre spiagge, città e campagne.

Negli ultimi anni, infatti, l’interesse verso i droni, tra gli italiani, è cresciuto in modo significativo, sia per fini ludici che per scopi professionali. 

È quanto emerge dai dati dell’Osservatorio Droni e Mobilità Aerea Avanzata della School of Management del Politecnico di Milano, che mostrano come il 2022 sia stato un anno cruciale per il mercato dei droni. 

Il settore ha raggiunto i 118 milioni di euro e conta la presenza di oltre 700 imprese. Inoltre, sul portale D-flight, dal 2020 a oggi, sono stati registrati quasi 60 mila droni (13.921 solo nel 2022), di cui il 92% per uso ricreativo e solo l’8% per uso professionale.

Data l’enorme diffusione dei droni, quindi, non stupisce la crescente attenzione verso le regole che ne definiscono, usi, limiti e doveri.
 

Cosa fare o non fare in estate con un drone

 

Il Regolamento Europeo 947/2019 stabilisce che i piloti di droni devono verificare la possibilità di volare in determinate zone e rispettare le restrizioni applicabili. In Italia risulta tuttavia abbastanza complesso in quanto c'è la presenza ordinanze locali che vietano il sorvolo di specifiche aree, come ad esempio le spiagge durante i mesi estivi.

In alcune città non è possibile volare a un'altitudine inferiore a 300 metri sopra le spiagge, in altre tali restrizioni sono in vigore per tutto l'anno. Questi divieti sembrano essere basati su regolamenti precedenti, ma secondo la legge europea sui droni, devono essere convertiti in zone geografiche UAS e pubblicati dalle autorità nazionali.

Questa situazione evidenzia l'urgente necessità di maggiore chiarezza e di un sistema di mappatura unificato che consenta ai piloti di droni di operare in conformità con le norme europee. Fino a quando questa questione non verrà risolta, i piloti di droni in Italia dovranno affrontare incertezze legislative e adattarsi a un ambiente normativo instabile.

L'unica soluzione, per ora, è controllare con l'aiuto delle autorità locali, dovee se è possibile alzarsi in volo, o la presenza di direttive locali. Inoltre è possibile stipulare una Polizza Droni che tuteli in caso di responsabilità civile, di cui parleremo in seguito.

 

Le regole più importanti per il 2023
 

  1. Marcatura CE Droni prorogata al 2024

Iniziamo con una buona notizia per i possessori di droni senza marcatura di classe.

La Commissione europea ha approvato, lo scorso 14 marzo 2022, il regolamento di esecuzione 2022/425 che sposta la scadenza delle Limited open category al 1˚ gennaio 2024.

Inizialmente la norma introduceva l’obbligo di declassare, a partire dal 1˚ gennaio 2023, tutti i droni di peso superiore ai 250 grammi senza marcatura CE, limitandone nei fatti l’operatività.

Tuttavia, in seguito alla proroga, per tutto il 2023, sarà ancora possibile utilizzare i droni senza marcatura CE:

  • con peso inferiore ai 500 grammi, nella categoria A1 C1;

  • con peso inferiore ai 2 chilogrammi, nella categoria A2 C2.

 
  1. Numero operatore

I droni devono essere dotati di un numero operatore.

Quest’ultimo consiste in un numero identificativo di 16 caratteri alfanumerici, conosciuto anche come Codice Operatore EASA, che in Italia viene emesso dal sito D-Flight.it sotto forma di QR-Code. 

Il Codice è obbligatorio per tutti i droni con telecamera a bordo e per tutti i dispositivi senza telecamera a partire da 250 grammi. 

 
  1. Licenza per i Droni

I possessori di droni, con peso inferiore a 250 grammi, come il DJI Mini, non hanno l’obbligo di conseguire nessun attestato.

Diverso è il caso dei velivoli con peso uguale o superiore a 250 grammi, in questo caso infatti è necessario dotarsi del Certificato A1-A3 e, in alcuni casi, del Certificato A2. 

Il primo è necessario per tutti coloro che desiderano volare nelle aree urbane con:

  • Droni, senza marcatura di classe, con peso maggiore di 250 grammi e inferiore a 500;

  • Droni, con marcatura di classe, con peso maggiore di 250 grammi e inferiore a 900.

Il Certificato A2, invece, è necessario per tutti coloro che vogliono volare, anche in scenari urbani, con:

  • Droni, senza marcatura di classe, con peso compreso tra i 500 grammi e i 2 chili;

  • Droni, con marcatura di classe, con peso compreso tra i 900 grammi e i 4 chili. 
     

Tutti i possessori di droni, con un peso compreso tra i 250 grammi e i 25 chili, invece, che desiderano volare fuori dalle aree urbane devono dotarsi del Certificato A1/A3. 

 

  1. Assicurazione Drone

Per poter utilizzare il proprio drone in regola, e nella massima serenità è necessario dotarsi di una copertura assicurativa. 

In Italia è stato introdotto, già nel 2019, l’obbligo per tutti gli utilizzatori di droni, a prescindere dal peso, di sottoscrivere un’apposita Polizza.
 

Polizza Drone: cosa copre

La Polizza Drone agisce su due piani: tutela sia l’assicurato, in caso di Responsabilità civile verso terzi, che l’oggetto da potenziali danni. 

L’obbligo assicurativo riguarda esclusivamente la Responsabilità civile, tuttavia è consigliabile acquistare la Polizza nella sua versione completa per evitare brutte sorprese in caso di incidenti che coinvolgono il proprio drone.
 

La Polizza RC per Droni tutela il proprietario per:

  • danni a terzi

  • lesione di beni

  • morte e lesioni personali
     

Estendendo la copertura anche all’oggetto si assicura il corpo dell’apparecchio. La compagnia versa un indennizzo in caso di danni a quest’ultimo conseguenti a eventi come:

  • Vicende atmosferiche

  • Incendio

  • Urto

  • Esplosione

  • Collisione

  • Investimento

  • Caduta o Naufragio

     

Come Scegliere la Polizza Drone
 

Dato il costo del velivolo, e i differenti usi che se ne possono fare, è necessario scegliere con attenzione le Garanzie della Polizza.

Sul mercato esistono diverse soluzioni le cui caratteristiche variano in base al tipo di velivolo, al peso, o all’uso che si intende fare di quest’ultimo.

Per questo motivo è importante rivolgersi ad assicuratori esperti che possono guidare all’acquisto del prodotto più adatto alle proprie esigenze.

I Nostri Prodotti