facebook

Assicurazione animali domestici: è obbligatoria?

Assicurazione animali domestici: è obbligatoria?
Emmanuele Menicucci
Emmanuele Pubblicato il 31/01/2019

Molti proprietari di animali domestici si domandano se sia o meno obbligatorio assicurare i propri cani, gatti e altri esemplari di specie di affezione.

D’altronde, si tratta di un quesito tutt’altro che trascurabile, considerato che per legge i proprietari di animali (o chi se ne serve per il tempo in cui lo ha in uso – dice la legge) sono responsabili dei danni da loro cagionati, e sia che siano sotto la loro custodia, sia che gli animali fossero fuggiti o smarriti, salvo che si provi il caso fortuito.

In sintesi, si tratta di un nesso di responsabilità forte e oggettivo, considerato che la responsabilità per i proprietari di animali domestici sussiste a prescindere dall’accertamento del dolo o della colpa del danneggiante, ma semplicemente per il fatto che la persona è – appunto – proprietaria dell’animale che ha commesso il danno.

 

È obbligatorio assicurare i nostri animali domestici?

Chiarito quanto sopra, precisiamo subito che in linea di massima l’assicurazione sugli animali domestici non è obbligatoria.

Vi sono tuttavia alcune ipotesi per cui si opera in senso contrario: fino a non troppo tempo fa, il Ministero della Sanità era solito ad esempio aggiornare una lista di cani “a rischio aggressività”.
Tale approccio si è poi gradualmente modificato nel 2003, quando furono introdotte le assicurazioni obbligatorie per i cani appartenenti ad alcune razze individuate come potenzialmente pericolose.

Oggi giorno le cose sono ancora diverse, considerato che non esiste più alcuna “lista nera” da parte del Ministero della Sanità, e non esiste una “certificazione” che possa accertare l’aggressività per natura o per indole di una razza (semmai, a influenzare la pericolosità del cane è il tipo di addestramento o insegnamento del proprietario).

Tuttavia, il panorama non è – purtroppo – così semplice da affrontare. Una rete di norme, ordinanze, orientamenti giurisprudenziali e indirizzi comuni, ha infatti reso molto complesso cercare di capire quando l’assicurazione sia effettivamente (almeno sotto il profilo sostanziale) obbligatoria.

Esemplificando per quanto possibile il contesto nel quale ci troviamo a operare, possiamo innanzitutto sintetizzare come i proprietari dei cani siano obbligati a stipulare una polizza di assicurazione di responsabilità civile, e condurre il proprio cane a passeggio con guinzaglio e museruola, se l’esemplare è iscritto nel registro dei “cani morsicatori” o con “problemi comportamentali”.

Si tratta di un registro, tenuto a cura delle ASL, in cui ad annotare l’identità del cane sarà il veterinario, a cui spetterà dunque non solamente il compito di intercettare cani pericolosi e stabilire eventuali misure preventive e terapeutiche a livello comportamentale, quanto anche procedere all’iscrizione nel registro ogni qual volta rilevi un rischio.

Pertanto, si può ben chiosare sottolineando come l’obbligatorietà di stipulare un’assicurazione al proprio animale inizia nel momento in cui si rilevi l’aggressività o la pericolosità del cane.

 

Caratteristiche e costo delle polizze animali

Chiarito quando la polizza animali sia obbligatoria e quanto sia facoltativa, possiamo compiere qualche passo in avanti stabilendo – innanzitutto – la convenienza alla stipula di una tale copertura assicurativa anche quando le coperture non sono previste in modo obbligatorio.

Il risarcimento dei danni involontariamente cagionati dal proprio animale potrebbe infatti essere particolarmente “salato”, e considerando che il costo delle polizze per animali domestici è piuttosto contenuto, val forse la pena considerare di assicurarsi, al di là dei requisiti di necessità.

Naturalmente, caratteristiche e costo della polizza dipendono da cosa si vuole assicurare. Esistono infatti in commercio diverse opzioni assicurative, che tutelano da una parte solamente dai danni che il cane o il gatto provocano a terzi (in queste ipotesi è sufficiente una Rc capofamiglia), e dall’altra parte prevedono anche la copertura delle spese mediche e l’assistenza quando si verificano problemi di varia natura.

Come intuibile, la polizza di Responsabilità civile capofamiglia ha un costo inferiore delle polizze dedicate e specifiche per gli animali (quelle che, in sintesi, coprono anche gli eventuali danni causati da tutti gli altri componenti della famiglia, o tutelano dal pagamento di spese mediche).  Le polizze dedicate agli animali domestici offrono invece una copertura più vasta rispetto alle assicurazioni generiche, ma hanno un costo più elevato.

Naturalmente, la valutazione del costo della polizza non potrà essere effettuato solamente in relazione al premio, quanto anche in rapporto ai benefici ottenibili. Domandatevi pertanto: quanto sono disposto a spendere per la mia serenità, quella dei miei cari e quella dei miei amici a quattro zampe?

Cerchi l' Assicurazione Cane e Gatto?

Fai un Preventivo

Valutazione media prodotto 5/5

Cosa ne pensi ?

Vota

 ?>