facebook

Come contestare la perizia dell’assicurazione

Come contestare la perizia dell’assicurazione
Emmanuele Menicucci
Emmanuele Pubblicato il 21/04/2020

Nel risarcimento di un sinistro, spesso si ha l’impressione che la stia effettuata dal perito sia insoddisfacente e, dunque, inferiore a quello che si sarebbe potuto “desiderare”.

Ma come contestare la perizia dell’assicurazione? Quali sono le indicazioni per poter procedere speditamente ed efficacemente in questo senso?
 

La perizia dell’assicurazione: scopo e funzionamento

Come noto a tutti coloro i quali hanno dovuto affrontare tale procedimento, prima di effettuare la liquidazione di un risarcimento, la compagnia assicurativa nomina un tecnico di fiducia in maniera tale che possa effettuare alcune valutazioni sull’effettività del sinistro, e sulla tipologia e sull’entità dei danni riportati.

In altri termini, il perito è quel soggetto che, in quanto tecnico professionale, verifica che il sinistro si sia effettivamente realizzato, e quali siano le tipologie di danno riportate dall’assicurato, con conseguente stima del loro importo risarcibile.

Ora, considerato che il perito è di “parte” della compagnia assicurativa, è evidente che la sua valutazione tenderà ad essere quanto più contenuta possibile, pur nel rispetto della valutazione equitativa. Se tuttavia l’assicurato ritiene che il perito abbia sottostimato in maniera significativa il danno risarcibile, potrà evidentemente procedere a contestare la perizia

Si tenga conto che la relazione del perito è una pratica “interna” alla compagnia assicurativa, e che dunque la stessa società di assicurazione non è affatto obbligata a mostrarla all’assicurato. Ad ogni modo, nonostante ciò, generalmente la compagnia assicurativa comunica all’assicurato in che modo è arrivata a calcolare il risarcimento proposto e, dunque, il modo in cui è avvenuto il conteggio di ogni singola voce.
 

Contestare la perizia dell’assicurazione

Una volta che l’assicurato prende atto del risultato cui è giunto il perito della compagnia assicurativa, il danneggiato potrà scegliere se contestare o meno il calcolo del risarcimento. 

In realtà, l’assicurato potrà correre ai ripari ancora prima di conoscere l’entità del risarcimento. Potrà infatti domandare alla compagnia assicurativa di far partecipare un proprio tecnico di fiducia alle operazioni peritali, ovvero a quelle operazioni che – come abbiamo già visto – hanno come scopo quello di verificare l’esistenza, la natura e l’entità del danno.

È evidente che il tecnico di parte sarà nominato a cura del danneggiato, e sarà da lui remunerato. Proprio per questo motivo è difficile che l’assicurato possa avere convenienza a intervenire nelle operazioni peritali, se l’importo del risarcimento è presumibilmente di lieve entità.

Nel caso in cui, però, il danneggiato decida di seguire questo percorso, allora il perito di parte parteciperà alle operazioni peritali, e potrà interloquire – parlando la stessa “lingua tecnica” - con il perito della compagnia assicurativa.

Hai bisogno di una Polizza Perito Assicurativo?

Calcola il Preventivo

Valutazione media prodotto 4/5

Cosa ne pensi? Vota

?>