facebook

Come funziona la cessione del quinto per dipendenti pubblici

Come funziona la cessione del quinto per dipendenti pubblici
Emmanuele Menicucci
Emmanuele Pubblicato il 19/05/2020

Grazie alle intese tra il Ministero dell’Economia e delle Finanze e decine di diversi istituti di credito, i Dipendenti Statali possono avere accesso a una Cessione del Quinto che consente di ottenere la somma di denaro desiderata a condizioni davvero molto interessanti.

I limiti previsti dalla Cessione del Quinto NoiPA sono infatti piuttosto elevati (fino a 75.000 euro da restituire in 10 anni) e sono accompagnati da numerosi vantaggi che le classi di dipendenti statali (si pensi agli insegnanti) farebbero bene a non sottovalutare.
 

Perché scegliere una Cessione del Quinto NoiPA: i vantaggi

Andando con ordine, possiamo ben ricordare che presso tutti gli istituti che hanno aderito alla convenzione NoiPA sia oggi possibile avere l’accesso a una linea di credito dalle condizioni piuttosto competitive.

I tassi di interesse applicati sono infatti piuttosto bassi e i tempi di gestione e di erogazione del finanziamento sono piuttosto contenuti, tanto da poter essere espletati in pochi giorni.

A ciò si aggiunga anche il fatto che:

- Questo prestito può essere richiesto anche da parte di chi non ha molta anzianità di servizio;
- Il tasso di interesse e le rate sono fisse e, dunque, il dipendente statale potrà pianificare con serenità i propri impegni;
- Il prestito è dilazionabile fino a 120 mesi, sulla base delle preferenze del richiedente;
- Il finanziamento può essere concesso anche ai cattivi pagatori, ovvero a coloro i quali hanno già rate arretrate;
- Il prestito è accompagnato da una Polizza Assicurativa in grado di evitare a se stessi e ai propri cari che gravi inconvenienti possano pregiudicare la restituzione del debito.
 

Come richiedere un prestito con Cessione del Quinto NoiPA

Richiedere un prestito con Cessione del Quinto NoiPA è molto semplice, visto e considerato che sarà sufficiente recarsi presso uno degli istituti di credito che hanno firmato la convenzione (sono la maggior parte) muniti dell’ultima busta paga.

Al resto – compresi, naturalmente, i contatti con l’amministrazione pubblica per poter disciplinare la restituzione delle rate secondo la forma tecnica della Cessione del Quinto – penserà l’istituto erogante.
 

Come restituire il prestito

Il prestito potrà essere restituito con il pagamento di rate di importo fisso, per un massimo di 120 mesi. Trattandosi di una Cessione del Quinto, la trattenuta delle rate avverrà direttamente sulla busta paga del dipendente statale.


 

Hai bisogno di un Finanziamento?

Calcola il Preventivo

Valutazione media prodotto 5/5

Cosa ne pensi? Vota

?>