Estinzione anticipata della cessione del quinto con tfr
Un lavoratore dipendente, sia pubblico che privato, o un pensionato, ha l’opportunità di chiedere un finanziamento ponendo come garanzia il suo TFR.
Stiamo parlando della Cessione del quinto, un tipo di prestito che negli ultimi anni viene richiesto sempre più frequentemente.
                                                    
 

Cessione del quinto: come funziona

 
Con la cessione del quinto il dipendente vincola il proprio stipendio al prestito.  La rata viene calcolata sul quinto del suo importo totale e non può superare il 20%.
Il datore di lavoro, a questo punto, deve versare la rata direttamente alla Banca o all’istituto di credito che ha erogato il finanziamento.
Questi aspetti lo rendono una soluzione conveniente per tutti in quanto le banche sono molto più predisposte ad accettare la richiesta di finanziamento e il richiedente è libero dalla preoccupazione di dover presentare ulteriori garanzie e di dover versare le rate ogni mese.
Per ottenere il riconoscimento della Cessione del quinto infatti è sufficiente la presenza di due condizioni:
- la stipulazione di una polizza assicurativa prevista per il rischio di  morte e l’eventuale perdita di lavoro,
- la cessione di un privilegio sul Tfr
 
Quest’ultimo aspetto è di particolare rilievo in quanto il TFR viene vincolato come garanzia del prestito. Ne consegue che, in caso di inadempienza, la banca ha la possibilità di rifarsi sul TFR per non perdere la somma erogata.
 
 

Si può chiedere l’estinzione anticipata della Cessione del quinto?

 
La Legge prevede la possibilità di estinguere anticipatamente la Cessione del Quinto. Infatti, l’art. 125 sexies del Testo Unico delle leggi in materia bancaria e creditizia (D.lgs. n. 141/2010) dichiara:
Il consumatore può rimborsare anticipatamente in qualsiasi momento, in tutto o in parte, l’importo dovuto al finanziatore.”
Per presentare la richiesta è necessario chiedere alla banca che ha erogato il prestito, il “conteggio estintivo” e conoscere, in questo modo, l’importo del debito residuo.
Il calcolo dell’estinzione anticipata della Cessione del Quinto quindi è la somma dell’importo a debito residuo e, nella maggiora parte dei casi, della penale di estinzione anticipata che può ammontare al massimo all’1% del capitale residuo.
 
 

È possibile estinguere la Cessione del quinto chiedendo l’anticipo del TFR?

 
È necessario distinguere tra due situazioni differenti:
- un TFR inferiore o uguale al debito residuo
- un TFR maggiore al debito residuo
 
Nel primo caso non sarà possibile ottenere l'anticipo del TFR neanche per estinguere la Cessione del Quinto in quanto deve restare come garanzia del debito residuo.
Nel secondo caso invece potrebbe essere anticipato ai fini dell’estinzione del prestito.
Per ottenere l’anticipo però è necessaria l’autorizzazione:
  • della compagnia assicurativa,
  • della finanziaria
  • dell’azienda
 
Nel caso in cui si desidera estinguere la cessione del quinto con il TFR sarà quindi necessario verificare quale sia il valore effettivo del debito residuo e, se tale importo lo consente, ottenere le autorizzazioni necessarie.
Inoltre ricordiamo che se si versa il TFR a un fondo pensionistico sarà necessario chiedere anche a quest'ultimo l’eventuale autorizzazione a prelevare parte del TFR.

I Nostri Prodotti