Bonus mobilità 2021 per biciclette e monopattini elettrici

Sulle orme del Bonus Mobilità 2020 il Governo sembra intenzionato a riproporre incentivi per bici e monopattini elettrici previsti dal Decreto Clima e dalla Legge di Bilancio 2021.

L’obiettivo è quello di favorire la diffusione dei mezzi ecosostenibili per portare avanti il più ampio traguardo di ridurre del 40% le emissioni di gas a effetto serra entro il 2030.

La diffusione di mezzi elettrici aveva già portato a valutare alcune novità sulla sicurezza, con la proposta di un'assicurazione obbligatoria per i monopattini elettrici e altre novità.

Nonostante al momento non si disponga di informazioni certe sul bonus è possibile tracciare una prima mappa.
 

Bonus mobilità 2021: quali prospettive ci sono

Il Bonus potrebbe essere strutturato in questo modo:

  • Uno sconto del 30% sul prezzo d’acquisto del mezzo, applicato direttamente dal venditore, e fino a un massimo di € 3000.

  • Uno sconto del 40% sul prezzo d’acquisto se si rottama uno scooter di classe Euro 0, 1, 2 o 3, fino a un massimo di € 4000.
     

Questi incentivi potrebbero essere integrati da quelli previsti dal Decreto Clima, che metterebbe a disposizione:

  • Un contributo di € 500 per la rottamazione di un vecchio motorino di classe Euro 2 o 3.

  • Un contributo di € 1500 per la rottamazione di auto classe Euro 3.
     

Tuttavia al momento non è possibile fornire informazioni certe sul Decreto Clima in quanto il Ministero dell’Interno si trova abbastanza in ritardo sulla tabella di marcia per quanto riguarda l’approvazione del Decreto.
Il tempo previsto infatti era di 60 giorni a partire dall’entrata in vigore dell’iniziativa, ovvero il 15 ottobre 2019, ma a due anni di distanza non ci sono stati ancora stati risvolti.
 

Come richiedere il Bonus Mobilità 2021

Per sapere come ottenere il Bonus si devono attendere le istruzioni da parte del Ministero dell’ambiente che dovrebbe esplicitare i requisiti e le modalità per presentare la domanda.
 

Quali potrebbero essere i requisiti?

Per quanto riguarda i requisiti necessari per accedere al Bonus mobilità 2021 ci sono molte probabilità che potrebbero essere gli stessi del 2020.

In quel caso i beneficiari erano tutti i cittadini maggiorenni con la residenza:

  • nei capoluoghi di Regione (anche sotto i 50.000 abitanti);

  • nei capoluoghi di Provincia (anche sotto i 50.000 abitanti);

  • nei Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti;

  • nei comuni delle Città metropolitane (anche al di sotto dei 50.000 abitanti).
     

Ricordiamo le città metropolitane in questione erano: Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Reggio Calabria, Roma Capitale, Torino, Venezia.
 

Gli interventi delle regioni: risparmia pedalando.

Intanto sul piano regionale sono state attivate diverse iniziative volte a promuovere la mobilità ecosostenibile, tra cui alcune anche particolarmente interessanti.

È il caso dell’Emilia Romagna che offre il 60% di sconto, fino a 500 euro, sull’acquisto di un mezzo come e-bike, monopattini, hoverboard e segway. Inoltre la Regione prevede uno sconto del 50%, fino a 300 euro, sull’acquisto di una bici pieghevole, per tutti gli abbonati delle Ferrovie dello Stato.

L’incentivo più innovativo, e già ripreso da altre regioni come la Puglia, è quello che prevede un rimborso per ogni chilometro percorso in bici, sia tradizionale che a pedalata assistita, per tutti coloro che useranno il veicolo per andare al lavoro.

In particolare l’incentivo restituisce 0,20 centesimi per ogni chilometro percorso fino ad un massimo di 50 euro al mese.

Quest’ultimo è rivolto ai lavoratori dipendenti e dovranno essere direttamente le aziende, e datori di lavori, a presentare la richiesta per i fondi comunali e a erogare i bonus mobilità ai propri lavoratori.
 

I Nostri Prodotti